Castelgoffredo :1973 la sezione del PCI e il lavoro a domicilio

“A CASTEL GOFFREDO” è stata per anni, la testata di una piccola pubblicazione periodica che ha accompagnato la vita della sezione del Partito Comunista di Castel Goffredo.

Era un supplemento della ” TRIBUNA DI MANTOVA” (direttore RomanoFerrari) veniva ciclostilata (solo dopo molti anni si passò alla stampa) e poi spedita a tutte le famiglie.

Fu uno sforzo notevole, ma ben ripagato dal successo e dall’eco che ebbe nella comunità castellana di quegli anni (1973 e seguenti).

Quali i temi trattati?

Sfogliando quelle pagine ingiallite si incontrano argomenti e problemi, alcuni dei quali ancora davanti a noi:

Il lavoro a domicilio, vera e propria piaga sociale di quegli anni, in cui venivano coinvolti anche ragazzi e ragazze che sfuggivano così all’obbligo scolastico; evasione fiscale ( riuscimmo a far pubblicare dall’amministrazione DC del tempo, redditi dei cittadini su manifesti esposti in piazza); la battaglia in difesa di chiese, luoghi e monumenti d’arte che la giunta aveva già condannato all’abbattimento per poi ricavarne area fabbricabile ( fra le altre, memorabile fu la lunghissima  della sezione , in mezzo alla gente, per preservareudal cemento lo splendido parco La Fontanelle, ancora oggi bellissimo luogo dove si svolgono feste e iniziative di ogni genere); il confronto marxismo-cristianesimo, allora molto sentito e che a livello locale aveva inevitabili ricadute nei riguardi della Parrocchia e dei gruppi giovanili che la frequentavano ; la rubrica di fantapolitica, dove con garbo e ironia anche sferzante venivano messi sulla graticola fatti e personaggi della vita politica locale.

“A CASTEL GOFFREDO” fu una bella esperienza dentro e fuori dal Partito. In quegli anni, anche attraverso questo strumento, riuscimmo ad avvicinare alle nostre tematiche e ai nostri valori decine di giovani, operai e studenti, che in seguito trovarono le energie per farsi una pubblicazione autonoma.

Con “A CASTEL GOFFREDO” possiamo dire di aver fatto una buona semina.

(Franco Reggiani)

 🙂 per leggere i ciclostilati fare doppio clic sulla singola fotografia, poi proseguire cliccando sul lato destro/sinistro del ciclostilato

 

 

 

Autore: Rosso di Sera Mantova

Condividi questo articolo

Rispondi