il PCI a Goito: la sezione

Conclusione

Voglio concludere questo racconto con un indelebile  ricordo personale .
Risale alla notte di Ognissanti del 1974. Oggigiorno è ovunque  conosciuta come la notte di Halloween.
Quell’ anno, il segretario del Pci  di Goito Aldo Dallabella,  insieme ad altri compagni e dirigenti sindacali si dovette nascondere  presso una cava di ghiaia nei pressi di Sacca. Alla Samice in quelle settantadue ore si temeva per un colpo di stato.
Un timore  che in quegli anni era spesso all’ ordine del giorno.
Le stragi, le bombe sui treni avevano fatto precipitare la nazione nella paura.
La strategia della tensione non risparmiava neppure le piccole realtà come poteva essere un paese con qualche migliaio di abitanti come Goito.
Da poco era accaduta l’ agghiacciante strage di Piazza della Loggia a Brescia, gli echi del golpe cileno del Generale Pinochet con assassinii, deportazioni e desaparecidos erano ancora vivissimi e la voce  ricorrente era che qualcosa di simile fosse nell’ aria anche da noi in Italia, come fu poi accertato dalle indagini sul tentato Golpe Bianco di Edgardo Sogno.
In quei giorni veniva arrestato anche Vito Miceli ex capo dei servizi segreti quale  cospiratore nel fallito Golpe Borghese.
Era in atto una crisi di governo e la penisola era scossa da centinaia di scioperi operai e studenteschi .
La televisione quella sera  trasmetteva un film con Stanlio e Ollio. Proprio grazie a questa reminiscenza ogni tanto mi capita di pensare che mentre io  i miei coetanei trascorrevamo la nostra infanzia rincorrendo un pallone  nei prati della campagna goitese,  nel pieno dell’oscurità della Notte della Repubblica andava in scena una  tragicommedia che ha segnato per sempre la storia  nel  nostro paese limitando la libertà di pensiero e di azione del popolo italiano.

Marco Dallabella                                               13 dicembre 2012

Ricerca storica  e testi a cura di Marco Dallabella
Tecnico fotografico: Remo Villagrossi

Si ringraziano per la preziosa collaborazione e i racconti orali : Associazione Nazionale Combattenti e Reduci sezioni di Goito e Mantova – Anacleto Bianchi  –  Foroni Adelelmo, Antonio e Silvio –  Learco Zanardi –  Giancarlo Cavazzoli, Elena Bombana,  Giancarlo Vaccari – Armando Ghiraldini – Anselmo Madella – Benedetto Bosseda – Marino Barbato – Enzo Cartapati – Mauro Vincenzi – Sergio Banali – Maurizio Vallicella

Fonti: Archivio Storico Movimento Operaio Goito,  Archivio del PCI, Archivio Circolo PD, Foto e documenti personali della Famiglia Dallabella -Pedrazzoli.

Libri consultati : Storia della cooperazione mantovana dall’unità al fascismo Luigi Cavazzoli e Rinaldo Salvadori Marsilio Editore 1984.

Archivio digitale L’Unità

Archivio digitale Il Progresso

 

 

 

Autore: Rosso di Sera Mantova

Condividi questo articolo

Rispondi