Le Feste dell’ Avanti

                             BREVE CRONISTORIA FESTIVAL dell’ AVANTI!

La prima edizione del “Festival dell’Avanti” a Mantova si tenne nell’immediato secondo dopoguerra nello spazio antistante al Castello di S. Giorgio. Dopo alcuni anni di pausa la manifestazione riprese nel 1964 a Palazzo della Ragione in Piazza delle Erbe, e ad inaugurare quell’evento fu  Pietro Nenni. Dalla fine degli anni sessanta il Festival si svolse nella suggestiva valletta di Belfiore: location perfetta sulla riva del lago. Celeberrimi furono gli spettacolari fuochi pirotecnici che tradizionalmente chiudevano l’evento. Per molti anni quella Festa fu il centro ella politica italiana, da Belfiore passarono Sandro Pertini, Claudio Martelli, Rino Formica, Riccardo Lombardi, Giovanni Bertoldi che da Ministro del Lavoro illustrò in anteprima il neonato Statuto dei Lavoratori. Nel1992 alla vigilia dell’esplosione di tangentopoli  l’ultima edizione, caratterizzata dall’intervento di un battagliero Bettino Craxi. Nel 2002 Ilario Chiaventi supportato dall’encomiabile lavoro volontario di molti compagni socialisti decise che era giunto il momento opportuno per riproporre il Festival che, poi, per alcuni anni si tenne all’”Oasi Boschetto” di Curtatone. Dopo un paio di edizioni organizzate a Bigarello dal2011 la “Festa Socialista”, come è denominata attualmente, è tornata nel comune capoluogo dapprima alla Bocciofila di Viale Te, poi, nel 2012, al “Dopolavoro Ferroviario” di Viale Fiume, e, proprio, questo evento  sarà ricordato per aver ospitato l’ultimo concerto della B.B.Band prima della scomparsa del cantante Denny Corradini. Ma quando si racconta dei “Festival dell’Avanti!”, non si può non sottolineare come queste manifestazioni venivano svolte in quasi tutti i comuni della nostra provincia (a Mantova addirittura in più luoghi) ed erano sempre caratterizzate dalla presenza dei più importanti leaders socialisti e da spettacoli di prim’ordine (memorabile fu un concerto di Francesco Guccini a Moglia all’inizio degli anni ottanta).

Autore: Rosso di Sera Mantova

Condividi questo articolo

Rispondi