Gli studenti alla Burgo; Firmare l’APPELLO per difendere stabilimento e produzione: la Cartiere Burgo monumento nazionale

ca.bu

ca bu 44

 

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=br9KYkNiTzc intervista a Franzini RSU

 corteo e interviste

burgo
Senza titolo 23
burgo 1burgo 2nervi18nervi17
Nervi 13nervi16Nervi 12Nervi 11nervi 10

Nervi 132013-02-18 001 004nervi9 -2

 


nervi7
nervi6
Oggi 188 

nervi 15

lavoratori stanno per 

essere


nervi4

 

 

licenziati.nervi2

Una grande fabbrica sta per chiudere.

L’indotto 

nervi5

allarga il 

fron

 

te

nervi3

” i posti a 

rischio sono 300″

 

 

 

 

Si deve fare intervenire la politica nazionale,

nervi1

è un 

patrimonio di lavoro e di archite

 

ttura


che non può essere 

abbandonato.

 

 

 

Appello di Docomomo e di Italia

Nostra per salvare produzione e

stabilimento

per firmare andare su www.causes.com

 

 

nervi1

Mantova non lo può permettere.DSC00945

 

Autore: Rosso di Sera Mantova

Condividi questo articolo

8 commenti

  1. Si deve fare intervenire la politica nazionale. Il PD in primo luogo deve farsi carico di questa necessità.
    Deve fare diventare la Burgo di Mantova un fatto nazionale. Non si tratta di vendere cara la pelle , ma di portare a casa e il lavoro e la difesa di un sito architettonico di importanza nazionale.

    scrivi una risposta
  2. Vendere cara la pelle significa difendersi sino allo stremo delle forze prima di arrendersi. I lavoratori della Burgo vogliono invece vincere la loro battaglia. Hanno la tenacia, la passione e l’intelligenza di una grande storia.

    scrivi una risposta
  3. Il mondo cambia minuto dopo minuto, Mantova cambia, la società si trasforma, nel bene e nel male. Ma ci sono storie che non si possono perdere, si possono trasformare ma non si possono perdere. La burgo è una parte irrinunciabile dell’economia e della storia di Mantova. E’una parte significativa dell idendità mantovana.

    scrivi una risposta
  4. La Burgo rappresenta uno dei primi (forse il primo isediamento industriale della città ed è legata al suo sviluppo. Ci sono molte possibilità di trasformazione. Nei primi anni 60 ha già subito una importante riconversione con l’installazione della “macchina”, grazie alle capacità ed alla versatilità di quegli operai. Ciò oggi è ancora possibile.

    scrivi una risposta
  5. Cartiera Burgo sono i lavoratori e le loro vite, ma è anche un simbolo delle lotte della classe operaia mantovana e un luogo di memoria. Era un dipendente della Burgo l’antifascista Felice Tolazzi, fatto arrestare e morire in lager da un collaborazionista mantovano. Tutta la città dovrebbe essere convocata in una grande assemblea di solidarietà, fra storia e lotte per il futuro.

    scrivi una risposta
  6. Piena solidarietà ai lavoratori della Cartiera Burgo e dell’indotto.
    Il rischio di perdere uno dei luoghi storici del lavoro e della città di Mantova non è solo un dramma per i lavoratori e le loro famiglie ma il segnale di un declino forse irreversibile per la nostra comunità.
    La città deve rispondere compatta a questa sfida a fianco degli operai e del sindacato e le forze politiche, in particolare quelle di sinistra, devono mobilitarsi per far comprendere che in gioco vi è il futuro di Mantova.

    scrivi una risposta
  7. La chiusura della Cartiera Burgo non significa solo la cancellazione di un pezzo di storia della nostra città,della sua identità,delle gloriose lotte sindacali, ma è una bomba sganciata sul presente e sul futuro di questa città. La chiusura di uno se non il piu’ importante presidio della carta a livello nazionale,è il risultato dell’inganno della proprietà nelle scelte di una strategia industriale che non ha mai tenuto conto delle prospettive indicate negli anni,dalle lotte dei lavoratori.I 188 lavoratori che perderanno il lavoro per un totale di 300 famiglie coinvolte (tenendo conto dell’indotto) sono cifre fredde che non tengono conto delle persone in carne ed ossa,dei progetti di vita delle famiglie delle loro aspirazioni.Questa crisi ha in concreto la faccia di conoscenti, amici, parenti (chi non conosce almeno una persona che avuto a che fare con la Burgo a Mn?).
    Nell’esprimere anch’io piena solidarietà alle lotte dei lavoratori auspico un intervento non di facciata, di tutte le Istituzioni locali e un impegno vero del prossimo governo.

    scrivi una risposta
  8. Essere a fianco dei lavoratori della Burgo,oggi come in passato significa difendere l’idea di una città in grado di produrre ricchezza per se,per il paese e per il futuro.Per più di un secolo lo spazio che separa la Burgo di Nervi dalla Camera degli Sposi di Andrea Mantegna,ha significato il dialogo consapevole tra passato e presente,tra rendita e produzione.La vera solidarietà ai lavoratori della Burgo impone alla sinistra di indicare una vera politica industriale a Roma come a Mantova.Colpisce che ancora oggi alla parola solidarietà segua il silenzio.

    scrivi una risposta

Rispondi